.
Annunci online

keshya
... quando tutte le parole sai che non ti servon più ...


Molecolando


9 gennaio 2006

Molecolando # 2 : Un appello per la scienza italiana

L'Osservatorio sulla ricerca apre un confronto con le forze politiche e l'opinione pubblica
Importanza della ricerca e libertà di ricerca, diritti e doveri dei ricercatori, sistemi di valutazione espressi dalla comunità scientifica internazionale, finanziamenti, ruolo della politica e dell'imprenditoria privata: sono questi alcuni dei punti indicati dall'Osservatorio sulla ricerca come i cardini fondamentali per rilanciare il valore della conoscenza nel nostro Paese.
In tutto il mondo, sottolineano i promotori dell'inziativa, cresce la consapevolezza della conoscenza come fattore determinante, come ricchezza peculiare, come elemento discriminante per l'evoluzione positiva delle comunità civili e delle economie. Si parla ormai diffusamente di "società della conoscenza", proprio per evidenziare come la conoscenza sia un nuovo elemento di ricchezza, immateriale ma determinante per accrescere la soddisfazione tanto dei bisogni materiali (beni economici, ma anche ricadute sulla salute, l'ambiente, l'integrazione sociale, i servizi e la qualita' dei consumi) che di quelli immateriali (cultura, comprensione del mondo, degli altri, di se stessi).
Se l'Europa ha raccolto nel 2000 la sfida verso la società della conoscenza, sottolineando l'importanza di investire nella ricerca per rinnovare la competitività e la capacità di innovazione di tutto il sistema socio-economico, l'Italia tarda a impegnarsi su questo fronte, pur concordando in apparenza – in tutte le sue classi dirigenti e senza distinzione di appartenenza politica – nelle dichiarazioni di facciata.
Per leggere integralmente il documento e aderire all'iniziativa, già sottoscritta da scienziati di grande rilievo nel panorama nazionale, è sufficiente collegarsi al sito dell'
Osservatorio sulla ricerca.

(fonte: www.molecularlab.it)




permalink | inviato da il 9/1/2006 alle 9:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


19 dicembre 2005

Molecolando #1

Inauguro con questo articolo una rubrica a me tanto cara..lo so, con un unico neurone che mi ritrovo mi dovrei già sentire soddisfatta per quello che faccio, ma mi hanno insegnato che bisogna sempre tentare di fare un passetto più avanti.. ed eccomi nella veste più seria di aspirante premio nobel nella biologia molecolare.. come potermi far sfuggire un articolo come questo?

Dai Nobel appello a giovani e per scienza libera da politica e religione

Un messaggio ai giovani affinche' riscoprano l'amore per la scienza, e un appello per una ricerca davvero libera da ogni ideologia politica o religiosa. A lanciarlo in coro sono i Nobel 2005, che oggi a Stoccolma hanno incontrato i giornalisti in vista della cerimonia di premiazione di sabato 10 dicembre. A farsi portavoce del desiderio di maggiore indipendenza nella ricerca e' stato lamericano Roy J. Glauber, premiato per la Fisica.

Da quando mi hanno comunicato la vittoria - ha raccontato - tutti mi chiedono di sottoscrivere questa o quella petizione, per cause di cui spesso ignoro addirittura l'esistenza. Ma l'unica che sottoscriverei sarebbe quella per la liberta' della ricerca scientifica da qualsiasi condizionamento, politico o religioso. I Nobel 2005 hanno denunciato il crescente calo di interesse per le materie scientifiche tra i giovani di tutto il mondo. Una distanza che invece e' necessario colmare, per trovare nelle nuove leve una linfa vitale al progresso della conoscenza. ''La scienza puo' essere una grande gioia ed e' questo il messaggio che voglio lanciare ai giovani'', ha spiegato il tedesco Theodor W. Hansch, vincitore per la Fisica insieme a Glauber e allo statunitense John L. Hall. ''Mi sento molto vicino ai giovani studenti'', ha fatto eco quest'ultimo, annunciando che utilizzera' i soldi guadagnati con il Nobel proprio per ''ricostituire le scorte economiche che in passato mi hanno aiutato a sostenere nuovi talenti, ma che da un po' di anni sono sempre piu' scarse''. Parlare agli studenti, ''insegnare loro i segreti della scienza e riuscire a trasferire entusiasmo e' in assoluto la cosa piu' divertente del mio lavoro'', ha confessato l'americano Richard R. Schrock, Nobel per la Chimica. ''I soldi che abbiamo vinto sono semplicemente un messaggio alla gente - ha aggiunto l'israeliano Robert J. Aumann, premiato per le Scienze economiche - il segnale che abbiamo anche noi un prodotto da vendere, e questo prodotto e' la scienza. Vogliamo vendere scienza'', ha detto, e i giovani sono gli 'acquirenti' ideali. Infine, dall'australiano Barry J. Marshall, Nobel per la Medicina, e' arrivato un invito ai 'camici bianchi' in erba: ''Tutti gli studenti di Medicina dovrebbero occuparsi di ricerca di base per almeno un anno'', ha riposto alla domanda di una giovane universitaria dal pubblico. Non solo. ''Sono convinto - ha concluso - che un ricercatore produttivo andrebbe pagato proprio come un medico, perche' in questo modo sarebbe motivato ha fare ancora di piu' per il bene di tutti''.

(fonte www.molecularlab.it)




permalink | inviato da il 19/12/2005 alle 17:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa
sfoglia     dicembre       
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Musica
Libri
Film
Cose mie
Cose d'altri
Molecolando
K&N

VAI A VEDERE

IO M'IMPICCIO
Terra dei Papaveri
Molecularlab
Ansa
Cosmopolitan
Al femminile
Tibur Gospel Singers



"Piangi, medita e vivi.
Un dì lontano, quando sarai
del tuo futuro in vetta,
questo fiero uragano ti parrà nuvoletta."
A. Boito


 




#Nome : Annalisa
#Nomignolo: keshya, lisa, kes, kessa, e chi più ne ha più ne metta
#Altezza: .. quella giusta per stare in prima fila!
#Peso: ... what's meaning peso?
#Occhi: verdi.. ripresi da mammà
#Segni particolari: una minuscola voglia di caffè vicino al gomito sinistro.. e naturalmente evidenti segni di pazzia!
#Animali domestici: uno.. un fratello.. che basta e avanza!
#Anelli: due.. uno al pollice uno all'anulare destro...
















# una bottiglia di peroncino
# un carillon a forma di pianoforte
# libri, sempre, tanti
# una luce a forma di stella
# la mia sveglia a dondolo
 






 







 


# il caos, solo e soltanto quello.. borse, vestiti, cappelli, camice.. e una marea di altre cose, ma non chiedetemi di aprilo che ho paura crolli tutto!!!











 





# un solo e piccolo neurone che non ce la fa proprio a far tutto da solo e più volte mi ha denunciato per danni...








e poi c'era la marmotta...

Se sei triste, ti manca l'allegria, caccia fuori la malinconia, vieni con me,ti insegnerò la canzone della felicità! Bo bom bo bom Batti le ali, muovi le antenne, dammi le tue zampine vola di qua e vola di la... è la canzone della felicità! Bo  bom bo bom









 



Se ogni tanto ti senti frustrato, inutile, offeso e depresso, ricorda  che una volta sei stato il più veloce e vittorioso spermatozoo del tuo gruppo!
(Raffaele Mangano)








 














 





la tool è opera di questo genietto qui ;) 

CERCA